Willy, giornalista del Pd incolpa i sovranisti: “Bonificare l’Italia dai fascisti”

Condividi!

Hanno setacciato le pagine Fb degli arrestati e non hanno trovato appigli. Solo rozzezza, volgarità e esibizione di muscoli. Hanno trovato un like a una pagina collegata a Matteo Salvini. Hanno trovato un solo demente che inneggiava all’omicidio (e che poi si è scusato dicendo che quel post non lo aveva scritto lui). Basta. Solo questo. Ma la “favola” di Willy ucciso dai fascisti ha continuato con prepotenza a navigare e, a dispetto di ogni logica, a circolare sui social. È quanto ha riportato ieri sera il Secolo d’Italia.

Stamattina è arrivato anche l’aiutino di Repubblica. Che spara un titolo rilanciando la tesi del movente razzista. I parenti hanno detto: “Era solo un immigrato”. Ma l’hanno detto davvero? Non si sa. Lo avrebbero detto. Forse. Chissà. E’ una voce. Raccolta dagli amici di Willy “e poi riferita ai militari”. Quali militari? Quelli che hanno fatto i primi interrogatori? Non si sa. L’inviata, Federica Angeli, non lo dice e non lo spiega. Ma la mission è stata centrata: il branco ha agito perché Willy era un “immigrato”, era di origine capoverdiana. 

In serata ci si mette anche Beppe Giulietti, deputato e blogger del Fatto, tutto preso dal suo rancore antifascista che non sa come sfogare. Perché allora non usare l’omicidio di Colleferro? Eccolo allora a scrivere su Twitter: “Dal momento che la #Costituzione é #antifascista e #antirazzista sarà il caso di procedere ad un’immediata “Bonifica” prima che la tragedia si ripeta #WillyMonteiro”.

Condividi!

One thought on “Willy, giornalista del Pd incolpa i sovranisti: “Bonificare l’Italia dai fascisti”

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.