“Vi prego, la dose”: striscia ai piedi dei pusher africani che la prendono a calci

Condividi!

AREZZO — Testimonianza agghiacciante, passata, ma che vi vogliamo riproporre. “Parcheggio l’auto e scendo, proprio nei pressi della galleria Verdi. A quell’ora c’è un monte di gente in giro, è anche per questo che non mi capacito: per terra, a strisciare, c’è una donna. Avrà avuto 40-50 anni, indossa un golfino rosso, si lamenta. E’ prostrata davanti a due giovani di colore, datemi una dose, vi prego, datemi una dose perché non ce la faccio più”. A parlare, è una ragazza italiana, incredula per la scena a cui ha assistito. Un anno fa. A riportarlo fu il giornale La Nazione.

Quelli la guardano in cagnesco e poi, di colpo, la prendono a calci: “Vattene di qui, non ti diamo niente. E giù un calcio. Vai via, non è il posto adatto”. Ma lei insiste e uno dei due giovanotti si dirige verso una panchina dove è seduto un tizio con una bambina in braccio. Confabulano. Alla fine l’uomo della panchina si alza e va verso la donna in terra. “Hanno parlottato, lei si è calmata e si è rialzata. Si erano messi d’accordo”. E’ “possibile che nella mia città, in mezzo alla mia gente, si debbano vedere scene così avvilenti?”.

Condividi!

One thought on ““Vi prego, la dose”: striscia ai piedi dei pusher africani che la prendono a calci

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.