Udine, immigrato pesta i carabinieri. Giudice lo assolve: “Era solo nervoso”

Condividi!

Era stato arrestato dai carabinieri di Cividale quando in seguito ad un incidente si era scagliato contro i militari colpendoli ripetutamente. Per il 45enne di origini marocchine ma residente a Nimis Rahimi El-Arbi, ieri è arrivata una sentenza di assoluzione. A pronunciarla in un’aula del Tribunale di Udine, dove il processo si è celebrato con rito abbreviato, è stato il giudice Mauro Qualizza che ha accolto le richieste del suo difensore, il legale Piergiorgio Bertoli.

“Il mio assistito – ha dichiarato l’avvocato Bertoli – ha reagito quando il titolare del carro attrezzi che ha trasportato la sua vettura dopo l’incidente, gli ha presentato un conto di 530 euro, una cifra esorbitante, e si è infuriato”. Il pm onorario Marzia Gaspardis aveva chiesto per l’imputato la condanna a sei mesi di reclusione. I fatti risalivano alla notte del 24 luglio quando l’uomo, risultato positivo all’alcol-test, ha perso il controllo della Bmw sulla quale viaggiava ed è uscito di strada.


Condividi!

2 thoughts on “Udine, immigrato pesta i carabinieri. Giudice lo assolve: “Era solo nervoso”

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.