Tunisini assaltano agenti al grido “Allah Akbar”: non intendono rispettare la quarantena

Condividi!

AGRIGENTO – Nel pomeriggio di ieri i tunisini hanno protestato salendo sul tetto del resort di Villa Sikania per manifestare in maniera plateale la volontà di non rispettare la quarantena prevista dal protocollo per far fronte all’emergenza sanitaria. Così Rai News.

Approfittando del caos una decina è riuscita anche a darsi alla fuga, poi le forze dell’ordine hanno riportato la situazione alla normalità, almeno fino alla seconda serata, quando è stata inscenata una seconda protesta: diversi clandestini hanno provato a scappare, uno di loro si è precipitato sulla strada statale 115 attraversandola al buio ed è stato travolto mortalmente da un’auto di passaggio. Tra l’altro al suo seguito c’erano alcuni poliziotti che sono rimasti feriti: uno avrebbe riportato delle fratture. Il conducente è stato arrestato.

Condividi!

One thought on “Tunisini assaltano agenti al grido “Allah Akbar”: non intendono rispettare la quarantena

  1. AVETE VISTO COSA SONO I CLANDEsTINI’? NON SONO ALTRO CHE INVASIONE ISLAMICA . E LE AUTORITà NON DICONO NULLA E FANNO FINTA CHE TUTTO PROCEDE BENE. MATTARELLA COSA DICE? GRADISCE I CINESI E I MUSULMANI. MA I CRISTIANI CHE FINE FARANNO?

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.