Stella (Fi): “La Toscana fa i test gratis ai migranti, ma li fa pagare ai lavoratori”

Condividi!

La Regione Toscana, con l’ordinanza n. 54 del 6 maggio 2020, stabilisce che i migranti potranno fare i test sierologici gratuitamente, mentre gli italiani se li dovranno pagare. La denuncia, con tanto di ordinanza nero su bianco, arriva dal vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Marco Stella. “Quando ho letto il documento – prosegue – non volevo crederci, ma purtroppo è così. Io mi chiedo cosa porti la sinistra toscana e il governatore Rossi ad applicare queste palesi, offensive e vergognose discriminazioni. Come toscani e come lavoratori, ci sentiamo profondamente amareggiati”.

“A pagina 5 del documento – evidenzia Stella – si legge che ‘l’esecuzione del test sierologico a beneficio dei lavoratori, operatori, liberi professionisti’ avverrà ‘a cura e spese degli stessi’. Mentre alcune righe più sotto l’ordinanza identifica le categorie che potranno fare i test con oneri a carico delle Asl: oltre a medici, infermieri, insegnanti e altre categorie di lavoratori a rischio che si prodigano per il bene della collettività, ci sono gli operatori e gli ospiti delle strutture di accoglienza per migranti. Cioè le strutture che accolgono i clandestini. La Regione Toscana vuole fare i test gratis a chi viene illegalmente nel nostro Paese e viola la legge. E’ una vergogna, non ci sono altre parole”.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.