Sbarchi a raffica a Lampedusa, ex sindaca Pd: “Qui nessuna emergenza migranti”

Condividi!

“A Lampedusa non c’è nessuna emergenza migranti, dicono che siamo invasi per un vantaggio politico”. E’ l’atto di accusa dell’ex sindaca di Lampedusa Giusi Nicolini che in una intervista alla Stampa ribadisce che l’isola delle Pelagie “è piena di turisti. Venite a vedere via Roma o le spiagge, venite a vedere se incontrate un migrante – dice – I problemi di questo paese non possono essere urlati. Nessuno può fare concorrenza a Salvini si questo tema, ma l’immigrazione è una materia che anche altri hanno usato perché tutte le questioni portate avanti in maniera emergenziale alimentano clientele, affari. Ma l’immigrazione è un fatto sistemico, non emergenziale”. Lo riporta l’Adnkronos.

Giusi Nicolini è stata sindaca dell’isola dal 2012 al 2017. Attacca anche l’attuale sindaco Salvatore Martello, che nei giorni scorsi ha polemizzato con il leader leghista Matteo Salvini. “Martello sta facendo strumentalizzazione politica esattamente come Salvini – dice – E’ diventato sindaco facendo la guerra all’accoglienza, chiedendo di chiudere il centro che invece è l’unico modo per mettere in sicurezza la comunità. Ora vuole fiscalità di vantaggio, ristori per i pescatori. Ma oggi sono state trasferite centinaia di persone e l’emergenza è già cessata”.

E poi, parlando della trasferta tunisina della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese dice: “Se metti un tappo alla Libia le persone troveranno altre vie d’uscita. Italia, Grecia e Spagna soprattutto dovrebbero avere una politica unitaria, non si possono continuare a pagare i governi frontalieri”.

Condividi!

One thought on “Sbarchi a raffica a Lampedusa, ex sindaca Pd: “Qui nessuna emergenza migranti”

  1. Non c’è nulla da fare, più sono comunisti più sono anti italiani: in effetti sarei curiosa di vedere quanti turisti vanno a Lampedusa in vacanza! Perché dobbiamo caricarci queste spese quando siamo già così in difficoltà noi? Da quali guerre scappano i tunisini? Il governo del Ghana aveva addirittura chiesto ai suoi giovani di non andarsene per la grande necessità di manodopera interna, altrimenti sarebbero stati sostituiti con giovani dai paesi confinanti….
    E no, devono venire qui per forza, perché qui possono fare quel che gli aggrada! Ma il fatto è che lo dichiarano loro stessi!
    E noi subiamo!!!!!
    È proprio un’indecenza.

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.