Rischia di perdere un occhio per le sassate di un migrante: il dramma di Alice

Condividi!

«Ero quasi arrivata a casa, al volante della mia auto. Non mi sono resa contro di essere stata colpita da un sasso ma all’improvviso il mio viso è diventato come una maschera di sangue. Il dolore che ha preceduto l’emorragia è stato lancinante. Ricordo solo di aver visto qualche istante prima la sagoma di una persona sul marciapiedi che inveiva verso le vetture che stavano transitando in strada. Non ho capito perché, cosa fosse davvero accaduto». Lo scrive Il Corriere della Sera.

Alice Tarquini, 32 anni, rischia di perdere l’occhio sinistro per il sasso lanciatole senza motivo da un migrante indiano. Ora la giovane donna, che oltre al trauma ha riportato anche una grave frattura maxillofacciale al viso, rischia di perdere l’occhio. L’indiano che l’ha ferita ha lanciato pietre anche contro altri cinque automobilisti che in quel momento stavano passando di là per caso. I carabinieri del nucleo radiomobile, intervenuti in pochi minuti perché allertati da altri automobilisti coinvolti nella sassaiola, hanno arrestato Balbir Cumar di 42 anni che, per sfuggire alle manette, ha perfino spintonato i carabinieri.

«Ad un certo ho pensato di morire – racconta Alice – E non è possibile che accada, senza motivo. Mi sono salvata perché ho avuto la lucidità di fermarmi e mettere i segnalatori di posizione. E’ stato provvidenziale il passaggio di un’ambulanza con a bordo un medico, che si è fermato per i primi soccorsi. Spero che chi mi ha ferita rimanga in carcere, può fare del male anche ad altre persone».

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.