Ponte aereo per 50mila lavoratori immigrati verso l’Italia

Condividi!

Nonostante i milioni di disoccupati italiani (e gli altri milioni che arriveranno) che sarebbero potuti essere impiegati nei campi con l’approvazione dei voucher, il Governo giallorosso apre le frontiere italiane ad oltre 50.000 lavoratori stagionali extracomunitari provenienti da Marocco, Tunisia, Serbia e Montenegro, Paesi a cui l’Unione Europea ha riaperto le porte a partire dal 1 luglio.

La stima è della Coldiretti sugli effetti della decisione comunitaria nel giorno dell’atterraggio all’aeroporto di Perugia della prima dose di 110 lavoratori stagionali specializzati provenienti dal Marocco per collaborare nelle aziende agricole in Umbria, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Val d’Aosta. A rivelarlo è il sito winenews.it.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.