Piras (LeU) contro patrioti che hanno tentato di bloccare sbarco Ong: “Bestie immonde”

Condividi!

Il deputato di Liberi e Uguali, Michele Piras, si scaglia contro i leghisti che hanno tentato di bloccare lo sbarco della Ong tedesca in Sardegna: “Bastardi, tornatevene a casa”, “vergogna”, “ci vuole il napalm”, “scioglieteli nell’acido”, “vogliamo turisti, non migranti”. Le urla delle bestie immonde che si sono date appuntamento l’altro ieri al porto di Olbia. Alla testa del branco il plenipotenziario lombardo della Lega sarda […]”.

“Si dovrebbero vergognare loro, accolita di razzisti e rancorosi, scarto di questa isola, indegni della sua bellezza. E queste manifestazioni andrebbero impedite e sanzionate, per l’odio che diffondono e per il disturbo che arrecano alle operazioni di soccorso, alle forze dell’ordine, alla parte (per fortuna maggioritaria) civile della cittadinanza. Viva la nostra Sardegna, quella accogliente. […] Benvenuti, qui da noi (nonostante loro) avete trovato, finalmente, rifugio”.

Condividi!

3 thoughts on “Piras (LeU) contro patrioti che hanno tentato di bloccare sbarco Ong: “Bestie immonde”

  1. Agli idioti elettori LeU, che hanno votato questo patriottico, se sono disoccupati, senza casa, malati, gli sta bene: imparano a votare. I turisti che portano lavoro, benessere, no, ki cialtroni da mantenere gratis, e far fare utili alle cooperative, SI. Lui- Piras quanti ne mantiene a casa sua, a sue spese?

  2. E, in alternativa, quanti ne sono arrivati a Marsiglia dopo che Macron ha detto di no?
    A Marsiglia nessuno e quindi tutti qui, Conte dice sempre sì, purché non siano Italiani da aiutare, e non ricattare, va bene di tutto, a favore degli sporchi interessi di questo stramaledetto governo.
    E, stranamente, sempre navi da soccorso che però non sono attrezzate per il soccorso, di altre nazioni che però finiscono sempre qui, e sempre cariche di bambini e donne che stanno per tracollare!
    Leu è meglio che faccia i conti con la sua rappresentanza e veda quanti italiani lo sostengono, idiota!

  3. Il problema non si risolve accusando di bestialità chi non vuole i clandestini. Il problema è del governo che accoglie indiscriminatamente questa massa di gente della selva africana. Se non c’è lavoro per gli italiani (12% di disoccupati) come si fa ad introdurre ancora gente senza alcuna qualifica, mestiere o civiltà (se non quella islamica primitiva?).
    Si parla di bambini sulla nave; ma non si parla di prostituzione infantile o di traffico d’organi. Piccoli soli che spariscono nel nulla. o mandati allo sbaraglio nei bordelli clandestini (perchè esistono anche questi).
    La vergogna viene da chi ci dirige ,in questo momento. Una manica di opportunisti, senza ideali, se non quelli del profitto.

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.