Onu ammette: “Sui barconi non ci sono profughi, ma clandestini”

Condividi!

L’ONU smentisce le menzogne raccontate agli italiani dalla sinistra: i migranti non sono profughi, ovvero non fuggono da fame e guerre e la metà di loro aveva un lavoro nel Paese che ha lasciato. Chi li chiama profughi mente: sono clandestini, migranti economici puri e semplici. Il dossier sul Fatto: partono per cercare fortuna, “in Gambia avevo una vita confortevole”. Il commento del prof. Gervasoni: “Quindi ci aspettiamo che l’ordine sanzioni quelli che scrivono profughi al posto di clandestini“. Una utente su Twitter: “La scoperta dell’acqua calda, in Africa i profughi di guerra stanno nei campi e non hanno i denari per pagare i trafficanti. La professoressa Anna Bono, africanista, lo spiega bene in un suo libro“.

Condividi!

3 thoughts on “Onu ammette: “Sui barconi non ci sono profughi, ma clandestini”

  1. No.. CI ASPETTIAMO CHE I CLANDESTINI VENGANO SUBITO RIMPATRIATI, TUNISINI NE ARRIVANO LA MAGGIOR PARTE E, NN MI SEMBRA CHE CI SIA LA GUERRA LI..CONTINUO A NN CAPIRE.. XC DEVONO RESTARE TUTTI QUI E NN LI ACCETTA NESSUN ALTRO PAESE EU.. NEANCHE MALTA?!? VALGONO TUTTI PIÙ DI NOI?!? ALLUCINANTE…

  2. L’ONU ha scoperto l’acqua calda, i clandestini che sbarcano in Italia sono tutti nullafacenti, incapaci di lavorare tranne spacciare e delinquere; quando cambierà il malgoverno PD-5 stalle puzzolenti, cambierà la musica ed i clandestini cercheranno di scappare!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.