Napoli, migranti non rispettano quarantena: banchettano per strada in piena pandemia

Condividi!

“Napoli, 27 aprile 2020 (avanti Cristo): immigrati africani clandestini banchettano per strada sul marciapiede e sulle macchine posteggiate in piena quarantena. Non aspettatevi droni o elicotteri, Loro possono! Chiaro?”. Lo scrive Radio Savana su Twitter.

Intanto il presidente della Campania ha invitato nuovamente gli «italiani» al rispetto rigoroso delle regole: “Il diffondersi di comportamenti irresponsabili produrrebbe una ripresa forte del contagio e renderebbe inevitabile il ripristino immediato del divieto di mobilità. E’ evidente che se non c’è da parte di ogni singolo cittadino senso di responsabilità, si rischia di prolungare all’infinito l’emergenza e la sofferenza di tutti, soprattutto dei bambini”.

Così il governatore Vincenzo De Luca, dopo aver verificato “ieri per strada un eccesso di persone senza mascherine, senza distanziamento sociale, con assembramenti pericolosi”. “Ieri si è consentita la mobilità dalle 6,30 alle 8,30 e dalle 19 alle 22. “E’ stata una misura presa per dare respiro soprattutto alle famiglie con bambini. Ma è indispensabile ribadire che sono obbligatori: uso delle mascherine; distanziamento sociale; mobilità solo nelle vicinanze di casa. Non è assolutamente consentita una mobilità senza limiti, non protetta, disordinata. Forze dell’ordine e polizie municipali sono invitate a garantire il rispetto rigoroso dell’ordinanza”, conclude. Avvertite pure i «nuovi italiani».

Condividi!

One thought on “Napoli, migranti non rispettano quarantena: banchettano per strada in piena pandemia

  1. Come senza protezioni? A cosa servono le pistole che hanno, sicuramente scariche ,dato che sono pericolose, ma i clandestini non lo sanno e quindi è facile tenerli a distanza!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.