Migranti, Generale: “Ong la smettano di portarli in Italia: vanno fermate”

Condividi!

Marco Bertolini, ex comandante del Coi, comando operativo di vertice interforze, spiega in un’intervista per il Giornale cosa fare contro quella che, anche lui, definisce ‘invasione’, e non ‘immigrazione’.

Generale, in che situazione versa il nostro Paese?

«L’Italia si trova al centro del Mediterraneo e nel Mediterraneo bisogna essere forti, politicamente, economicamente, culturalmente e, perché no, anche militarmente. Il nostro Paese, invece, non vuole esercitare la forza. In quest’area si scontrano gli interessi di altri Paesi fortissimi, che sono i classici vasi di ferro e se noi ci proponiamo come vaso di coccio, perché abbiamo dei confini porosi, perché accettiamo chiunque arrivi, perché siamo passivi nei confronti delle iniziative politiche e militari degli altri, siamo destinati a pagarla molto cara».

Dove pensa arriveremo se dovessimo proseguire su questa strada?

«Se dovessimo andare avanti in questa maniera scompariremo. Si usa il termine sovranità come se fosse una bestemmia dimenticando che, invece, è il valore per cui hanno giurato i militari, ma anche i ministri».

Con la linea suggerita dall’est Europa pensa cambierebbe qualcosa?

«Sicuramente potremmo essere meno passivi nei confronti dell’immigrazione. Il problema va risolto in Africa, ma non possiamo aspettare anni. Come facciamo a ridurre il flusso? Non possiamo costruire un muro in mezzo al Mediterraneo, ma possiamo fermare, ad esempio, le Ong».

A proposito di Ong, che pensa del loro operato?

«Che la devono smettere di prendere i migranti e di portarli da noi, che passivamente li dobbiamo subire, visto che rimarranno qua. Adesso, di fatto, c’è quasi un servizio di traghettamento che non fa sicuramente i nostri interessi».

Cosa si potrebbe fare di più?

«Il dibattito in Italia su cosa fare nei confronti di questo fenomeno è incentrato su come accoglierli e distribuirli, invece dovrebbe essere incentrato su come fermarli».

Pensa ci sia un disegno dietro a questa invasione?

«Non ho elementi, ma ci sono politici che dicono che noi dei migranti abbiamo bisogno perché non facciamo più figli. Dimenticano di dire, però, che i motivi per cui non facciamo più figli sono dovuti alle scelte fatte da loro perché è stata distrutta la famiglia, ci sono state politiche contro la natalità, provvedimenti umilianti per la famiglia naturale a favore di una famiglia sterile che non fanno bene. Abbiamo bisogno di giovani, ma non possiamo importarli e non possiamo sostituire gli italiani con i cittadini acquisiti ai quali si dà un passaporto».

Condividi!

9 thoughts on “Migranti, Generale: “Ong la smettano di portarli in Italia: vanno fermate”

    1. condivido. parlano e se ne parla ma non si riuniscono x fare il colpo di stato subito e allora che minchia ne parlano senza i fatti??

  1. E ORA CHE SI MUOVONO LORO CHE SONO LA NOSTRA FORZA, DEVONO AL PIU PRESTO OCCUPARE IL PARLAMENTO ARRESTARE TUTTI I POLITICI CHE HANNO PORTATO L’ITALIA A QUESTO DISASTRO . SPERO LO FACCIANO PRESTO GLI ITALIANI SONO CON LORO.

  2. È ora,quindi,che anche voi militari la smettiate di blaterare ad ogni occasione.Parlare è facile,anche io riesco a dire “basta,non portateli più “. DOVETE AGIRE.Non altro.

  3. Caro Generale,invece di aspettare la manna dal cielo,lei e i suoi uomini prendete iniziativa perchè in Italia molti stanno aspettando voi con azioni concrete verso le Ong e chi li foraggia e sappiamo chi sono,Boldrini e compagni.
    Generale lei chi stà aspettando?
    La politica d’opposizione Sig.Generale!?
    Bè si sarà accorto che un opposizione Forte,Sovranista,con radici profonde che non gelano mai non c’è più da tempo,quindi sarebbe pure ora d’intervenire drasticamente sul territorio in maniera mirata e tenace,o prima o poi sarà il popolo sovrano che uscirà per le strade e non sapendo che pesci prendere porterà il paese verso l’anarchia che già dilaga insieme ai centri sociali anch’essi foraggiati dai soliti volti noti della politica di basso fondo del centro e sinistra e mi viene da pensare pure da berlusconi.

  4. È un suicidio bello e buono continuare con la politica dell’accoglienza per poi tentare inutilmente di distribuire i migranti che non sono poveri derelitti come qualcuno vuole far credere. Da ex militare la penso come il Generale in questione. Le ONG VANNO FERMATE. Ne va della vita, incolumità, sicurezza e futuro degli italiani. Non è affatto vero che gli italiani non fanno più figli. Che i politici facciano leggi protettive per la famiglia tradizionale e creino lavoro per i giovani e poi vedremo se non faranno figli. Invece è diventato di moda il pensiero di agevolare coppie gay in cerca di bambini da adottare, i gender, gli Lgbt e altre cazzate del genere, perdendo di vista quello che dice la Costituzione in fatto di famiglia.

  5. iL Governo sta ignorando il 2° comma, lettera q DELL’ART. 117 DELLA COSTITUZIONE CHE COSI’ DISPONE:
    ” lo Stato ha legislazione esclusiva in tema di “DOGANE, PROTEZIONE DEI CONFINI NAZIONALI E PROFILASSI INTERNAZIONALE”

  6. Da vero militare il Gen. Bertolini non cincischia, individua il problema e indica la soluzione in maniera diretta senza perifrasi. Il problema qui affrontato dell’immigrazione clandestina è anche politico oltre che militare mi auguro quindi che il Gen. Bertolini acquisisca una dimensione politica a partire dalle prossime elezioni e contribuisca alla rigenerazione della nostra classe politica fatta innon piccola parte di veri e propri scalzacani.

  7. Mattarella ascolta quelli che difendono la nostra patria, se sai cosa vuol dire PATRIA, ALLORA SIGNOR GENERALE, PROVVEDA LEI, spero che acetti un ordine da un ex caporale maggiore

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.