Le sardine: “Pronti per le elezioni regionali contro razzismi e populismi”

Condividi!

Nessuna pausa né tantomeno lo scioglimento, Mattia Santori rilancia le Sardine per le prossime elezioni regionali. “A luglio e agosto verrà data priorità alle regioni che andranno al voto – ha detto il leader del movimento in una video assemblea con 400 militanti collegati -, come sette mesi fa saremo la risposta immunitaria della società civile, contro sovranismi, populismi, razzismi, intolleranze e negazionismi”. Così Tgcom24.

Nei prossimi giorni vi faremo scoprire gli undici punti del manifesto che sarà la nostra nuova casa. Lo faremo in maniera lenta, per permettere a ognuno di metabolizzarne il significato. Le sardine ci sono e non vedono l’ora di riprendersi il proprio habitat naturale, fatto di persone in carne e ossa, relazioni, creatività e cura. Fuori, nonostante tutto, è primavera”. Lo ha detto Mattia Santori, uno dei fondatori delle ‘Sardine’.

“Molti di noi, ha ricordato, erano soli prima delle sardine, o al massimo divisi in gruppetti sparuti. E per quanto non sia facile trovare spazio in una moltitudine, non riusciamo a tacere la gioia di farne parte. Ci giudicherete, ci accuserete di fragilità, ma siamo una grande casa politica che ospita giovani, anziani, comunisti, liberali, omosessuali, cattolici, da nord a sud, in Italia e nel mondo. Non ce la sentiamo di perdere questa possibilità di partecipazione”.

Condividi!

One thought on “Le sardine: “Pronti per le elezioni regionali contro razzismi e populismi”

  1. Ecco di nuovo il teppistello in azione. Anche qui il pd chiama e sardine, centri sociali, anpi, ong, feste dell’unità (per essere più vicini ai cittadini…) battono i tacchi. Ma cosa dobbiamo fare per liberarcene? La rivoluzione con i forconi?

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.