Lampedusa, gente in rivolta: “Basta migranti sul nostro suolo, rimangano in Africa”

Condividi!

Dopo l’ennesimo sbarco di immigrati, a Lampedusa la gente (esasperata) è scesa nuovamente in piazza per manifestare tutto il proprio disappunto: “Non vogliamo più sbarchi e non vogliamo che gli immigrati arrivino sul nostro suolo, il vaso è colmo. Non vogliamo più essere la piattaforma carceraria di nessun tipo, non vogliamo più essere complici di nuovi schiavi non vogliamo più il centro per i migranti. Questa gente deve rimanere in Africa. Da trent’anni siamo alle prese con questo problema che ha messo e sta mettendo in crisi seria la nostra già fragile economia”. Lo riporta laSicilia.it.

Giacomo Sferlazzo e Attilio Lucia, fautori di questo comitato, sono dei fiumi in piena: “Prima il Consiglio comunale e subito dopo andremo a Roma per incontrare il Governo. Questa volta ci sentiranno. Qui regna la disperazione. Non siamo razzisti, lo abbiamo dimostrato in trent’anni, spogliandoci per aiutare i migranti, ma adesso è troppo”.

Condividi!

3 thoughts on “Lampedusa, gente in rivolta: “Basta migranti sul nostro suolo, rimangano in Africa”

  1. E LE TV DI STATO NN FANNO VEDERE NULLA DI QUESTO INVASIONE CONTINUA!!! ITALIANI LASCIATI INVADERE DA NORD A SUD!! CHE VERGOGNA CHE 💩💩DI GOVERNO ABBIAMO.. CI MERITIAMO UN GOVERNO COME QUELLO DI OGNI ALTRO STATO!! NIENTE DI PIÙ.. NN CHI REMA CONTRO GLI ITALIANI 😤😤BASTA!!!!!

  2. MAL VOLUTO NON E’ MAI TROPPO CARI LAMPEDUSANI E SICILIANI CI VOGLIONO I FATTI BLOCCARE I PORTI NON FAR ATTRACCARE LE IMBARCAZIONI DELLE ONG E CHIDERE LE DIMISSIONI DEI RESPONSABILI CON LE BUONE O CON LE CATTIVE.

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.