Inno storpiato e pugno chiuso, Sylvestre: “Sono fiero di quello che ho fatto”

Condividi!

Negli ultimi giorni la sua performance prima del fischio d’inizio della finale di Coppa Italia tra Napoli e Juventus ha fatto molto discutere. Così Sergio Sylvestre ha voluto approfittare del suo video-messaggio inviato a “Verissimo” per tornare sull’argomento e chiarire la sua posizione: “Quel silenzio surreale di uno stadio vuoto e l’importanza di dover cantare l’inno di un Paese che amo e che mi ha accolto con amore mi ha fatto emozionare tantissimo”. Lo scrive Tgcom24.

E ancora: “La mia emozione ha attirato tante polemiche inutili; sono felice perché ho ricevuto diversi messaggi di colleghi e fan e sono fiero di quello che ho fatto“.

Condividi!

2 thoughts on “Inno storpiato e pugno chiuso, Sylvestre: “Sono fiero di quello che ho fatto”

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.