Europarlamento in ginocchio per Floyd: leghista si alza e se ne va

Condividi!

“Vorrei esprimere a nome mio e del Parlamento Europeo le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici di George Floyd. La sua morte ha suscitato sia negli Usa che in Europa molte proteste che dimostrano che il rispetto dei valori democratici e dei diritti umani è un compito fondamentale, quotidiano, impegnativo e necessario”. Così il presidente del Parlamento europeo, David Sassoli (Pd), aprendo la plenaria a Bruxelles.

“Possiamo riposare quando il sogno di Martin Luther King diventerà realtà e le persone non saranno mai giudicate dal colore della loro pelle ma dal contenuto del loro carattere”, ha aggiunto Sassoli chiedendo poi un minuto di silenzio da parte della plenaria in memoria delle vittime del razzismo, della violenza e della discriminazione. Antonio Maria Rinaldi (Lega) non regge all’ennesima sceneggiata: “Chiedo scusa, ma abbandono l’Aula del Parlamento europeo perché all’inizio della plenaria di giugno non si affrontano subito i problemi derivanti dalla pandemia ma si dibatte su Floyd”.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.