Di Maio ammette: “Tunisini non hanno diritto di venire, non fuggono dalle guerre”

Condividi!

Dopo lo sbarco di circa 24mila clandestini, che per mesi il governo ha piazzato tra navi da crociera e resort, per poi caricarli su treni e bus verso nord, Luigi Di Maio ha scoperto che non possono sbarcare in Italia: “Torno alla carica con i tunisini. Siamo sempre stati un Paese accogliente e continueremo ad esserlo, ma i tunisini non hanno alcun diritto di venire in Italia perché non fuggono da guerre e persecuzioni”. “Chi viene illegalmente, sarà rimpatriato, la Tunisia – ha aggiunto Di Maio – è un Paese amico e lavoreremo insieme in questa direzione”. Lo riporta oggi il Messaggero.

Improvvisamente Di Maio si sveglia e annuncia che i tunisini ‘non hanno alcun diritto di venire in Italia perché non fuggono da nessuna guerra e persecuzione’. E se ne accorge ora dopo che negli ultimi mesi ne abbiamo fatti entrare e accolti 20mila? Meglio tardi che mai, ma ora dalle parole passi ai fatti e dica al ministro Lamorgese di chiudere i porti agli immigrati tunisini e di procedere all’immediata espulsione di tutti quelli arrivati”, dichiara l’esponente leghista Roberto Calderoli, attuale vicepresidente del Senato della Repubblica italiana.

Condividi!

One thought on “Di Maio ammette: “Tunisini non hanno diritto di venire, non fuggono dalle guerre”

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.