Cecilia Strada choc: “Negazionisti non meritano le cure della sanità pubblica”

Condividi!

di Cristina Gauri Non si meritano le cure del Sistema sanitario nazionale coloro che hanno partecipato alla manifestazione No mask, i «negazionisti» del virus che sabato si sono ritrovati in 1500 (secondo la questura) a Roma per manifestare contro la dittatura sanitaria, il governo e l’obbligo vaccinale.

A sostenerlo è Cecilia Strada, figlia di Gino, che l’altro ieri ha così twittato: “Ho visto la manifestazione dei negazionisti a Roma. Ammassati, senza mascherine. Non ve lo meritate il Sistema sanitario nazionale. Vi cureranno sempre, ogni paziente “con eguale scrupolo e impegno, indipendentemente dai sentimenti che esso mi ispira”, ma non ve lo meritate. Oh, chiariamoci, ché forse sono stata ambigua: non dico che non dovrebbero ricevere cure. Chiunque ha diritto alle cure. Anche se non rispetta chi lo cura e la comunità che lo circonda. In questo senso, “non se lo meritano”: perché non lo rispettano, né il SSN, né la comunità”. Come è umana lei.

Condividi!

4 thoughts on “Cecilia Strada choc: “Negazionisti non meritano le cure della sanità pubblica”

  1. Ma questa cessa si riferisce allo stesso SSN che ha curato i bambini non ricordo l’ospedale se Bergamo Brescia o verona con l’acqua piena di batteri o quello che cura in modo definitivo o quasi 500.000 persone l’anno? Preferisco morire piuttosto che farmi curare da questi macellai che hanno fatto il giuramento di Mengele

  2. Cara Cecilia, il negazionismo è una etichetta data dalla sinistra becera, perchè il covid esite ed ha fatto molte vittime (per cui sei una deficiente, molto stimata). Forse non ti hanno detto che non è solo covid, ma SARS COVID. Forse non it hanno detto che ,con tutti gli immigrati pronti a portarci Hiv, covid, scabbia, tubercolosi, ecc, la mascherina serve a poco. Forse non hai letto che sulla confezione della mascherina c’è scritto che non garantisce la salute (anzi toglie ossigeno e può essere dannosa) infine forse tu parli troppo e sarebbe meglio tacere e ricorre ad uno specialista per le malattie deficitarie, che passa l’ASL, anche per i deficienti., e pensare ai ca….i tuoi

  3. Solite frasi fatte dai soliti giornalisti zerbini. Tanto chi fa i vaccini e chi ha paura delle malattie sono quelli che si ammalano di più. Sarebbe giusto per tutti la sanità pagarla di tasca propria discorso che vale per tutti. Perché se ho il cancro e non voglio il protocollo medico ospedaliero mi fai pagare tutto e allora che tutti pagano tutto. Almeno la salute la curiamo come ci fa comodo a noi visto che il corpo è mio faccio quello che mi pare. E affanculo chi vuole speculare sulla mia pelle. Bastardi viscidi vermi.

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.