Campania, sindaco di sinistra arrestato trentasei ore dopo essere stato rieletto

Condividi!

Scandalo a sinistra: arrestato Massimo Cariello, sindaco di Eboli, provincia di Salerno, appena rieletto con il 79,8 per cento dei voti. Cariello è finito ai domiciliari nell’inchiesta del pm Francesco Rotondo su presunte irregolarità in concorsi culminati nell’assuzione di persone vicine al primo cittadino. In parallelo, è scattata l’interdizione dai pubblici uffici per quattro funzionari dei Comuni di Eboli e Cava dei Tirreni. Così Libero.

Il tutto 36 ore dopo che, in tempi record, era stata formata la giunta di Eboli. Le ipotesi di reato nell’indagine delle Fiamme Gialle sono quelle di corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio, abuso d’ufficio e falso ideologico. Al centro dell’inchiesta procedure concorsuali per assunzioni. Cariello era stato sostenuto nella corsa a sindaco da una serie di liste civiche vicine al Partito Democratico.

Condividi!

One thought on “Campania, sindaco di sinistra arrestato trentasei ore dopo essere stato rieletto

  1. Beh….se si scavasse più a fondo non solo in quel comune….ma in centinaia di altri e ben più grandi verrebbero fuori “stranezze” e “errori”…..

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.