Boccia chiese aiuto al pm Palamara: “Sostieni la mia candidatura al congresso Pd”

Condividi!

Il caso Palamara non si spegne. Il magistrato, sospeso dal Csm e imputato al processo di Perugia per presunta corruzione, stando alle intercettazioni finite agli atti, aveva continui contatti ad alti livelli, si interessava di nomine ma anche di politica. Era infatti parecchio richiesto – come riporta La Verità – anche da diversi esponenti del Pd. Ad esempio l’attuale ministro per gli affari regionali, Francesco Boccia che gli chiedeva aiuto per la sua campagna elettorale nel novembre 2018.

Boccia invia un video di due minuti a Palamara relativo alla sua corsa come segretario del Pd alle primarie, girato nel mercato di Scampia a Napoli. Il pm non gli risponde, allora Boccia torna alla carica e gli scrive – sempre stando a quanto riporta La Verità – qualche giorno dopo: “Ciao, ti mando un po’ di informazioni utili per sostenere la mia candidatura al congresso”.

Anche l’ex ministra della salute Lorenzin è in contatto con il pm, stando a quanto riporta La Verità, tanto che lo invita anche alla presentazione di un libro. “Mi farebbe molto piacere averti con noi. Serata informale, divulgativa e spero stimolante”. Palamara non conferma, ma rilancia: “Organizziamo presto e stiamo a cena insieme?”. Lorenzin risponde entusiasta: “Siii”.  Lo scrive affaritaliani.it.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.