Beirut, Pd prenota subito gli immigrati libanesi: “Ora corridoi umanitari”

Condividi!

Ospite a In Onda, il programma di La7 condotto da Luca Telese e David Parenzo, Marco Minniti lancia un allarme. “Il Libano può collassare e sarebbe un problema per tutto il Mediterraneo, l’Italia e l’Europa. Bisogna fare di tutto affinché questo non avvenga”. Dopo l’esplosione a Beirut l’ex ministro dell’Interno avanza l’ipotesi che quei “300mila sfollati” possano cercare casa altrove, magari nel nostro Paese. “Il Libano fino ad ora si è fatto carico, a causa della guerra civile in Siria, di una politica di accoglienza senza precedenti”. Lo scrive Libero.

In poche parole per l’esponente dem bisogna intervenire proprio per ricambiare: “Il futuro dell’Europa nei prossimi vent’anni sarà qui, se l’Africa starà bene, l’Europa starà bene”. Poi lancia un’idea: “Se c’è da aiutare, bisogna farlo in modo trasparente, attraverso corridoi umanitari, non scafisti. L’unico modo che tiene insieme salute e umanità è questo. In epoca di coronavirus non possiamo permetterci di avere tratte illegali.

Condividi!

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.