Alba Parietti: “Migranti servono perché italiani non vogliono lavorare sotto il sole”

Condividi!

“Non ho letto nei dettagli il decreto ma posso dire che il primo dovere di un buon cristiano è quello dell’accoglienza. Soddisfatta quando la vita vince sull’ignoranza, che serve solo a creare odio, una delle piaghe della nostra società. Queste persone hanno bisogno di aiuto, nessuno attraversa il mare per voler delinquere, cercano solo una vita migliore”. E’ il pensiero di Alba Parietti sul nuovo decreto sicurezza varato dal Consiglio dei ministri.

Io non giro con il rosario ma ho rispetto nell’essere umano. Credo nella vita, nella compassione. Se riuscissimo a farli arrivare e poi smistarli anche in altri paesi, potrebbero lavorare, imparare una lingua, fare un mestiere che magari nessuno vuole fare. Io credo che chi sosterrà nei prossimi anni le nostre spese, chi pagherà le nostre pensioni, saranno anche loro”.

E a chi sostiene che il lavoro manchi anche per gli italiani, Parietti replica: “Abbiamo visto col reddito di cittadinanza, troppa gente ha approfittato della situazione e non ha cercato lavoro. Lei mi cerchi tra gli italiani chi vuole lavorare sotto il sole, con lavori di fatica, pagati due euro l’ora. Quel tipo di lavoro c’è, lo garantisco”, conclude. Lo riporta l’Adnkronos.

Condividi!

3 thoughts on “Alba Parietti: “Migranti servono perché italiani non vogliono lavorare sotto il sole”

  1. Si vede che sto “ZOMBIE” di PARIETTI nn ha lavorato mai la terra.. A lei i soldi li danno x blaterare ignominie, giudicare gli italiani che lavorano e credono. Se vuole fare politica.,si presenti e si faccia votare. Hai 60 anni.. Neanche il lifting ti regge più.. Figurarsi noi delle sue finte bontà…nipotino ai giardinetti.. No?!?

Rispondi

© 2019-2020 Stopcensura.net | Tutti i diritti riservati. Le pubblicazioni sul sito web non hanno alcun carattere di periodicità.